Quanti tipi di protesi mammarie esistono?

Le protesi mammariespiega il dott. Valerio Badiali, presenti sul mercato si differenziano per una serie di caratteristiche. Oggi si utilizzano principalmente impianti riempiti in gel coesivo di silicone. Il vantaggio del gel coesivo è che garantisce una maggiore stabilità, infatti anche se si provasse a tagliare a fette le protesi, il silicone rimarrebbe all’interno. Le protesi mammarie sono esternamente rivestite da una superficie che può essere liscia, in poliuretano oppure testurizzata. Le protesi mammarie di ultima generazione sono per lo più testurizzate.
Le protesi testurizzate e soprattutto quelle in poliuretano, ormai in uso da trent’anni, favoriscono una migliore adesione dell’impianto ai tessuti circostanti. Inoltre utilizzare rivestimenti testurizzati o in poliuretano diminuisce sensibilmente il rischio di incapsulamento e di rotazione delle protesi mammarie.
Gli impianti al seno si differenziano anche per la forma. In passato si utilizzavano solo protesi rotonde, ma con il tempo, anche per andare incontro all’esigenza di un risultato più naturale sono state utilizzate protesi anatomiche dalla tipica forma a goccia. La paziente è guidata dal chirurgo nella scelta delle protesi più adatte.

Profili del Dott.Valerio Badiali:

Sito Web

Linkedin

Facebook

Twitter

Altre Ricerche che potrebbero interessarti

Privacy

Compilando ed inviando il modulo di contatto, si accetta quanto segue (in conformità con il D.Lgs. n.196/2003 sulla privacy). I dati anagrafici forniti saranno utilizzati, esclusivamente per elaborazioni interne o per l'invio da parte del titolare di comunicazioni ed offerte. Essi non verranno comunicati o diffusi a terzi. L'interessato gode dei diritti di cui all' art. 7 D.Lgs. n.196/2003. Per esercitare tali diritti l'interessato dovrà rivolgere richiesta inviando una email all'indirizzo di posta elettronica info@istitutoesteticoitaliano.it

Diritti Immagini

Le foto contenute in questo sito sono di proprietà esclusiva di
ISTITUTO ESTETICO ITALIANO.

Con Decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196 (c.d. Codice della privacy) tutti i diritti sono stati ceduti a Istituto Estetico Italiano. E' pertanto vietata la riproduzione, permanente o temporanea, l'adattamento, la comunicazione al pubblico, la diffusione, la distribuzione al pubblico senza il preventivo ed espresso consenso del titolare dei diritti d'autore sulle medesime immagini fotografiche