Prenota visita
Prenota visita

Acido ialuronico: le curiosità da conoscere


16 Novembre, 2023

Quando si parla di acido ialuronico, si inquadra uno dei principali prodotti - ovviamente biocompatibili e riassorbibili - utilizzati per i trattamenti iniettivi di medicina estetica, nonché un componente fondamentale dei tessuti connettivi

Forse non tutti sanno che, nel momento in cui viene sintetizzato dall'organismo, si dispone in filamenti che possono essere paragonati a dei veri e propri binari.

Lungo questi ultimi, i fibroblasti, le cellule che si occupano della produzione del collagene, si allineano e, a seconda di dove è richiesta la formazione di tessuto connettivo, possono spostarsi e scorrere.

Tra i motivi della sua fama è possibile rammentare la capacità di regalare alla pelle - quasi la metà di quello presente nel corpo si trova proprio nella nostra pelle, mentre la restante parte in zone che vanno dalle articolazioni, ai tendini, fino alle pareti dell'aorta - un aspetto straordinariamente idratato. Ciò accade, come abbiamo più volte ricordato, perché l'acido ialuronico è in grado di richiamare acqua ai tessuti.

Questa sua proprietà è a dir poco portentosa. L'acido ialuronico, infatti, è in grado di trattenere una quantità d'acqua pari a 1000 volte il suo peso. 

Un altro aspetto importante da ricordare riguarda il diverso peso molecolare. Nei casi in cui è basso, le molecole sono piccole e in grado di penetrare profondamente negli strati della cute, peculiarità che è garanzia di risultati duraturi per quanto riguarda l'idratazione e il riempimento dei tessuti.

L'acido ialuronico ad alto peso molecolare, invece, è in grado di agire, in virtù delle dimensioni delle sue molecole, più in superficie. Per amor di precisione, si ricorda anche l'esistenza dell'acido ialuronico a medio peso molecolare.

Non c'è che dire: ci sono davvero tantissime cose da sapere su quello che, a ragion veduta, può essere definito come uno dei nostri principali alleati di bellezza.

La sua sintesi da parte del corpo diminuisce con gli anni. Se, in media, la concentrazione è pari a 200 mg ogni kg di peso corporeo, la situazione comincia a cambiare già attorno ai 25 anni, motivo per cui, ormai da tempo, è diffuso il ricorso alla medicina estetica già prima della comparsa dei segni dell'invecchiamento, con mero scopo preventivo.

Siamo a tua disposizione!

Contattaci per informazioni o per prenotare la tua prima visita gratuita

Potrebbero interessarti

Vedi tutti gli articoli
Iscriviti alla
Newsletter

Scopri segreti di bellezza, tendenze e offerte esclusive.

    magnifiercrosschevron-down