Prenota visita
Prenota visita

Crunch, l'esercizio più famoso per tonificare gli addominali: i principali errori da evitare


28 Dicembre, 2023

In questo periodo che ci vede, piano piano, avviarci verso la conclusione delle feste, è naturale iniziare a pensare seriamente a come rimettersi in forma in vista della prova costume.

Chi non ha modo di andare in palestra ed è alla ricerca di idee per tonificare gli addominali senza muoversi dal salotto di casa, può prendere in considerazione il crunch.

Esercizio classico quando si parla di ottimizzazione del tono dei muscoli addominali - c'è chi lo considera ormai superato - va approcciato evitando alcuni errori.

Essenziale, per esempio, è evitare di eseguirlo in presenza di controindicazioni. Quali sono? La principale è il mal di schiena.

Questo esercizio, che prevede una partenza con le gambe piegate, da sdraiati, i piedi appoggiati a terra e le braccia incrociate sul petto, sollevando la parte superiore del corpo in corso di espirazione, non fa bene a chi ha mal di schiena perché prevede l'applicazione di una forza peso consistente sulla colonna.

Il risultato dell'esecuzione del crunch con il mal di schiena? Un maggior rischio di rigonfiamento dei dischi intervertebrali e un peggioramento del dolore lombare (se già presente, ci si può dedicare al plank (anche laterale).

Cruciale, inoltre, è evitare di flettere eccessivamente la schiena. Così facendo, infatti, si attivano i flessori dell'anca. Questi ultimi, quando sono troppo tesi, tirano la parte inferiore della colonna vertebrale, causando l'insorgenza di dolore.

Nodale è altresì non trascurare la respirazione, che deve essere gestita tenendo conto delle indicazioni degli esercizi ipopressivi. L'approccio giusto prevede un focus iniziale sulla riduzione della pressione a livello di cavità addominale, zona toracica e pavimento pelvico. In questo modo, si lavora sempre riducendo lo stress a livello lombare.

Ricordiamo altresì l'importanza, in corso di esecuzione, di procedere lentamente, senza slanci. Da non dimenticare è poi il fatto che, per vedere risultati, è necessario associare l'attenzione ai giusti esercizi a un programma alimentare mirato.

In caso di accumuli di diet resistant fat, si può sempre ricorrere all'intervento di liposuzione (delle sue evoluzioni negli ultimi anni ha recentemente parlato, nel suo blog, il Dottor Valerio Badiali).

Siamo a tua disposizione!

Contattaci per informazioni o per prenotare la tua prima visita gratuita

Potrebbero interessarti

Vedi tutti gli articoli
Iscriviti alla
Newsletter

Scopri segreti di bellezza, tendenze e offerte esclusive.

    magnifiercrosschevron-down