x

Dalla corsa lenta agli affondi: i workout perfetti per la spiaggia

22 Lug 2020

Dopo un inverno oggettivamente diverso dagli altri, che ci ha visti vivere una sedentarietà mai sperimentata prima, diventa ancora più importante muoversi in estate.

I workout a cui si può fare riferimento sono numerosi e alcuni di questi si possono mettere in atto in spiaggia. Quali sono gli esercizi più utili al proposito? Tra i più semplici è possibile citare il plank, ma anche esercizi più basilari.

Se si è alle prime armi e se durante la quarantena la vita è stata all’insegna della sedentarietà, la cosa giusta da fare è partire gradualmente. Questo significa, per esempio, concentrarsi su un riscaldamento basato su dieci minuti di camminata sulla sabbia. Quando si è un po’ più allenati, si può invece dare spazio alla corsa lenta.

Sfruttando la consistenza della sabbia, ci si può pure dedicare agli affondi frontali. Stando in piedi e con la schiena dritta, mantenendo i piedi leggermente divaricati bisogna fare un passo in avanti e abbassarsi tenendo sempre la schiena dritta.

A questo punto, bisogna piegare la gamba in avanti fino a formare un angolo di 90°, flettendola indietro senza appoggiarsi. Una volta completata questa sequenza, si torna nella posizione di partenza, mantenendo la schiena dritta. Si ripete poi l’esercizio con l’altra gamba.

Cosa dire, invece, dei workout per le braccia? Che tra le alternative più utili è possibile citare le flessioni. Come si eseguono? Allineando bene le spalle con i fianchi e mantenendo la schiena dritta e il collo rilassato. Chi non si sente subito pronta, può iniziare tenendo le ginocchia a terra e alzarle in un momento successivo.

Si potrebbe andare avanti ancora molto a parlare degli esercizi da fare in spiaggia. Tra questi, è possibile citare un altro esercizio per tonificare le spalle. Per eseguirlo, bisogna stendersi a pancia in giù sul telo mare, tenendo le mani sotto le spalle e le gambe leggermente divaricate.

Dopo essersi sollevati sulle braccia, bisogna raddrizzare i gomiti e posizionarsi sulla punta dei piedi. Successivamente, piegando le braccia si torna alla posizione di partenza. L’esercizio in questione va eseguito per dieci ripetizioni.

Se poi i risultati non dovessero essere soddisfacenti, si può sempre fare riferimento, per affinare la situazione, ai trattamenti di medicina estetica che permettono di eliminare i piccoli accumuli adiposi. Contatta il nostro staff per saperne di più!

Commenti
Iscriviti alla nostra
newsletter

Scopri in anteprima tutte le novità e le promozioni del mondo IEI

Partecipa alla
community
Seguici sui nostri canali social e entra a far parte del mondo IEI
CONTATTACI
Contattaci
per prenotare
la tua prima
visita gratuita
Contattaci per prenotare la tua prima visita gratuita