menu
Logo-IEIPrenota visita
menu
Logo-IEIPrenota visita

I 3 Stadi della cellulite: sintomi e come riconoscerli


26 Luglio, 2022

La cellulite è uno degli inestetismi estetici più temuto, diffuso e odiato dal mondo femminile. Si manifesta più nelle donne perché è influenzata anche dagli ormoni e perché in generale si ha più la tendenza ad accumulare le adiposità su cosce, glutei e fianchi. La cellulite si presenta però in forma di stadi diversi, più o meno evidenti. 

In questo articolo ti spieghiamo i 3 stadi della cellulite, come combatterla e i possibili rimedi. 

Cellulite: cos'è e come si manifesta

La cellulite è una vera e propria patologia il cui termine tecnico è “pannicolopatia edemato-fibro-sclerotica” e racchiude tutti e 3 gli stadi della cellulite. È un disordine metabolico dell’ipoderma a causa del quale il tessuto sottocutaneo si manifesta poi nella cosiddetta “buccia d’arancia”

La funzione dell’ipoderma, è quella di immagazzinare riserve energetiche necessarie all’organismo umano. Quando questo è oggetto di un’eccessiva quantità di grasso sottocutaneo, si sviluppano dei grumi sottopelle a volte visibili solo al tocco altre volte, negli stadi più avanzati, visibili anche ad occhio nudo. Ecco quindi, che la cellulite si può manifestare in 3 stadi differenti: 

  • Il primo stadio o cellulite edematosa 
  • Il secondo stadio o cellulite fibrosa
  • Il terzo stadio o cellulite sclerotica 

 Cellulite Edematosa al primo stadio e come combatterla

Il primo stadio della cellulite detto anche edematoso è causato principalmente da un eccesso di ritenzione liquida. Quando infatti i liquidi non vengono smaltiti bene, peggiora la circolazione venosa e linfatica e si creano dei bucherelli sottocutanei. 

Il ristagno dei liquidi negli spazi intercellulari aumentano quindi il volume delle gambe, glutei e fianchi e si manifestano in piccoli bucherelli.  È possibile riconoscerla se si manifestano alcuni di questi sintomi: 

- La pelle non è liscia ma presenta dei bucherelli

- Se provi a pizzicare la pelle, si vede un alone bianco intorno alla zona

- Ti capita spesso di soffrire di pesantezza e gonfiore agli arti inferiori 

Tuttavia, è possibile attuare dei piccoli accorgimenti per limitarla e ridurla come, per esempio, svolgere una regolare attività fisica, seguire una dieta bilanciata, smettere di fumare, non eliminare il sale, fare dei massaggi linfodrenanti o applicare creme anticellulite. 

 Cellulite fibrosa al secondo stadio: quali sono i rimedi? 

La cellulita fibrosa al secondo stadio è causata principalmente da un ristagno linfatico e diventa più visibile quando si comprime la pelle. 

A causa di questo ristagno linfatico si formano dei piccoli noduli palpabili dovuti all’eccessiva formazione di tessuto connettivo che blocca la fuoriuscita degli adipociti. 

La cellulite al secondo stadio è ancora reversibile se tratta in modo adeguato. A differenza di quella al primo stadio, la pelle è più dura e dolente e il colore tendente al violaceo. Dei possibili rimedi, oltre a quelli già elencati in precedenza, potrebbero essere: 

  • Evitare indumenti stretti o stare troppo tempo sui tacchi
  • Bere almeno 1,5-2 litri di acqua al giorno
  • Trattamenti di medicina estetica come mesoterapia o carbossiterapia o effettuarle in modo combinato 

Cellulite al terzo stadio o sclerotica: come ridurla 

La Cellulite al terzo stadio è definita sclerotica perché si presenta con degli avvallamenti molto visibili che rendono la pelle “a materasso”. In questa fase, le cellule adipose sono aumentate, la pelle è diventata anche più dura e dolente ed è visibile ad occhio anche senza premere. 

I tessuti inoltre nella cellulite sclerotica sono meno ossigenati e vi è un’insufficienza venosa e linfatica. La cellulite al terzo stadio non è più reversibile, ma si può tuttavia, ridurre con alcuni trattamenti mirati tra i quali: 

  • La carbossiterapia
  • La tecnica CelluTite

La CelluTite in particolare,  è un intervento di chirurgia estetica mini-invasiva che utilizza la radiofrequenza bipolare frazionata per trattare e ridurre i grumi di grasso sottocutaneo di entità moderata e grave, e viene utilizzata principalmente su fianchi, cosce e glutei. 




Siamo a tua disposizione!

Contattaci per informazioni o per prenotare la tua prima visita gratuita

Potrebbero interessarti

Vedi tutti gli articoli
newsletter
Iscriviti alla
Newsletter

Scopri segreti di bellezza, tendenze e offerte esclusive.

    magnifiercrosschevron-down