Prenota visita
Prenota visita

"Il tuo corpo è pronto per la spiaggia?": la campagna pubblicitaria che ha scatenato l'ira funesta del web


30 Aprile, 2015
Una delle campagne pubblicitarie di Protein World

Una delle campagne pubblicitarie di Protein World

Uh signor!!!  Cosa sta succedendo in Gran Bretagna? La campagna londinese della Protein World, ha suscitato una marea di polemiche e contestazioni. Il cartellone pubblicitario in cui è rappresentata una modella in bikini con a fianco la scritta “Il tuo corpo è pronto per la spiaggia?” ha scatenato il finimondo in rete e non solo. La ragazza fotografata, la 24enne australiana Renee Somerfield, mostra un fisico perfetto, quasi surreale, esasperato forse e volutamente provocatorio. Ma alle oltre 51mila persone, che addirittura hanno firmato la petizione su change.org per rimuovere la pubblicità, chiediamo: qual è la novità? Non ci siamo già tutti abituati a questo tipo di comunicazione, alle stesse icone di bellezza che ormai affollano magazine, social media e quanto altro? Se al posto di questa giovane donna ci fosse stata una donna paffuta e flaccida, pensate che non sarebbero arrivate lo stesso le polemiche? Noi crediamo di si.  In un modo o nell'altro, gli sbuffi di qualcuno ci sarebbero stati. E se analizziamo dal punto di vista della comunicazione questa campagna, possiamo dire che la società produttrice di proteine in pillole, ha raggiunto proprio il suo obiettivo: la visibilità e l'attenzione. Si perché, come dice, "basta che se ne parli"  è così che sta succedendo. L'obiettivo del marketing e la comunicazione è sempre lo stesso: vendere! E se le strade per raggiungere tale fine, sono talvolta provocatorie, meglio ancora. Perchè la provocazione genera interesse, polemica, curiosità, induce un dibattito e delle riflessioni che non ci sarebbero state. Che il manifesto sia stato giudicato “offensivo, irresponsabile e dannoso perché promuove l'immagine di un corpo non sano” alla Protein World poco importa, anzi. Le regole della comunicazione sono chiare e vogliono generare proprio quanto dimostra questo caso. Più se ne parla e meglio è, e infatti di risposta, l'azienda committente della campagna pubblicitaria, ha rincarato la dose: "E’ una vergogna che nel 2015 ci sia ancora una minoranza di persone che non apprezza con attenzione coloro che aspirano ad essere più sani, più in forma e più forti”. E possiamo dargli torto? Oltretutto analizzando le passate pubblicità della Protein World non ci sembra proprio che come modelle scelga donne talmente magre da essere malate, anzi sono perfettamente sane e in forma. E quale miglior messaggio se non "Sit less. Run more."

Siamo a tua disposizione!

Contattaci per informazioni o per prenotare la tua prima visita gratuita

Potrebbero interessarti

Vedi tutti gli articoli
Iscriviti alla
Newsletter

Scopri segreti di bellezza, tendenze e offerte esclusive.

    magnifiercrosschevron-down