x

Otoplastica: diverse tecniche per un risultato impeccabile

25 Set 2018

Le orecchie a sventola sono uno degli inestetismi che crea maggiore imbarazzo nelle persone. Proprio per questo sono sempre più numerose quelle che chiedono una correzione con un intervento di otoplastica. Ecco cosa sapere prima di sottoporsi alla procedura.

L’otoplastica è un intervento di chirurgia estetica delle orecchie a cui è possibile sottoporsi praticamente a tutte le età e proprio per questo è sempre più richiesto dalle famiglie anche per i piccoli di casa. A supporto di questa scelta vi sono le indicazioni di molti medici e psicologi che ritengono inutile e dannoso far vivere al bambino il trauma delle prese in giro a scuola. Si può intervenire già intorno ai 5-6 anni di età. Si tratta di un intervento sicuro e senza particolari complicazioni.

L’intervento per rimodellare il padiglione auricolare può essere eseguito non solo quando si hanno le orecchie a sventola, cioè che si aprono verso l’esterno, ma anche quando si ha un padiglione eccessivamente grande e quindi che crea disagio, in casi di lobi dismorfici, orecchie asimmetriche e altri inestetismi che riguardano questa particolare zona. Le tecniche di intervento sono diverse in base al risultato che si vuole raggiungere. Per tutte le tipologie di intervento si può dire che la durata è di massimo due ore, può essere eseguito su un orecchio o su entrambi, caso più comune. Le cicatrici dovute all’incisione vengono nascoste dietro il padiglione quindi non sono visibili.

Generalmente per correggere i difetti estetici delle orecchie si procede a una piccolissima incisione sulla nuca, qui vengono applicati dei punti attraverso i quali il padiglione viene avvicinato alla testa, eliminando così l’effetto orecchio a sventola. In seguito all’intervento di otoplastica il paziente per circa due settimane deve indossare una fascia, questa è utile perché consente di modellare ulteriormente le orecchie. Non serve una fascia medica che giustamente potrebbe creare imbarazzo, basta anche una semplice fascia per capelli. Il consiglio nel caso dei bambini è farli sottoporre all’intervento nei periodi di pausa da scuola. In questo modo non avranno particolari disagi a scuola. Il ritorno al sociale è possibile già dopo pochi giorni dall’intervento mentre per l’esposizione al sole è bene attendere circa 20 giorni. Tra i vantaggi di questo intervento sicuramente vi è il fatto che i risultati sono definitivi anche nel caso in cui a sottoporsi all’intervento siano dei bambini.

Tra le tecniche oggi maggiormente usate c’è anche EarFold, una procedura mininvasiva che riduce complicazioni e tempi di recupero post intervento. La tecnica consente di modellare il contorno del padiglione auricolare, scientificamente denominato Antelice, attraverso l’uso di una piccola protesi sottile quanto un capello che consente di dare una forma nuova all’orecchio. La particolare consistenza ed elasticità di questo piccolo ausilio consente di mantenere mobilità ed elasticità dei tessuti quindi non si nota la presenza del dispositivo. L’intervento si esegue con anestesia locale e dura appena 15-20 minuti. Un vantaggio dell’otoplastica con EarFold è la possibilità di vedere i risultati dell’intervento fin da subito. La fascia per capelli deve essere utilizzata solo il primo giorno, mentre per i successivi 20 giorni la fascia dovrà essere indossata solo di notte. Questo consente un ritorno al sociale immediato e senza particolare imbarazzo soprattutto per gli uomini.

Se anche tu sei stanco delle orecchie a sventola e vuoi finalmente dire addio a questo problema, contatta i medici dell’Istituto Estetico Italiano per avere una consulenza personalizzata e scoprire la tecnica di otoplastica più adatta alla tua situazione.

Non perderti l'opportunità di fissare una visita gratuita!
Inserisci i tuoi dati e ti ricontatteremo per fissare con te il giorno e l'ora della visita gratuita
Contattaci
per prenotare
la tua prima
visita gratuita


Iscriviti alla nostra
newsletter

Scopri in anteprima tutte le novità e le promozioni del mondo IEI

Partecipa alla
community
Seguici sui nostri canali social e entra a far parte del mondo IEI