Prenota visita
Prenota visita

Rinofiller: cosa sapere per rimodellare il naso


25 Agosto, 2023

La medicina estetica è una disciplina che si occupa di migliorare l’aspetto dei pazienti, evitando di ricorrere ad interventi più invasivi. In questo contesto medico, il rinofiller è uno dei trattamenti non chirurgici maggiormente richiesti ed eseguiti sui pazienti che desiderano rimodellare il profilo del proprio naso.

Attraverso l’utilizzo di filler volumizzanti, il medico interviene riempiendo le aree che presentano maggiori irregolarità, alzando la radice del naso e sollevando delicatamente la punta. Non trattandosi di un intervento chirurgico vero e proprio, il rinofiller è la soluzione ideale per chi vuole ottenere risultati ottimali ma non permanenti, poiché le sostanze iniettate vengono gradualmente riassorbite dall’organismo nell’arco di 12-16 mesi dal trattamento.

Approfondiamo le principali caratteristiche dell’operazione di rinofiller, chiarendo ogni dubbio in merito a costi, numero di sedute, durata dei risultati, effetti indesiderati e trattamento post operatorio.

Come si svolge l'operazione di rinofiller

In generale, l’operazione di rinofiller si basa sulla micro-iniezione di impianti subdermici volti a correggere gli inestetismi del naso. Il filler viene inserito al di sotto dell’epidermide in tre punti differenti, a seconda delle esigenze del paziente:

  • alla radice del naso, per eliminare un’eventuale “gobba”;
  • sulla punta, se il paziente desidera un naso all’insù;
  • sul dorso, per riempire gli spazi vuoti del cosiddetto “naso a sella”.

I materiali contenuti nel filler sono completamente biocompatibili e riassorbibili dal corpo, il che garantisce la totale sicurezza del trattamento. In particolare, l’acido ialuronico è uno dei filler maggiormente utilizzati nell’ambito della medicina estetica: questa sostanza, presente per natura all’interno dei tessuti connettivi umani, concorre alla resistenza della pelle e al mantenimento della forma. Essendo un prodotto endogeno dell’organismo, l’acido ialuronico non provoca alcuna reazione allergica o immunogena nei pazienti.

Ma perché utilizzare l’acido ialuronico per eliminare gli inestetismi della pelle? Occorre sapere che questa sostanza è in grado di trattenere e richiamare l’acqua all’interno dei tessuti, consentendo un’idratazione adeguata del derma. Tutto questo si traduce anche in una maggiore tonicità della pelle, che risulta più sana, giovane ed elastica. Proprio per queste ragioni, l’acido ialuronico si conferma la migliore opzione per trattare le imperfezioni del profilo nasale.

L’operazione di rinofiller è minimamente invasiva, viene eseguita in regime ambulatoriale e non richiede il ricorso all’anestesia. In genere, una seduta ha una durata di 20-30 minuti e non è dolorosa. Tuttavia, è opportuno sottolineare che la soglia del dolore è altamente soggettiva e alcuni pazienti potrebbero lamentare maggior fastidio rispetto ad altri. Qualora il trattamento non venisse ben tollerato, è possibile procedere con l’applicazione di una crema anestetica, o semplicemente collocando del ghiaccio sulla zona interessata, nei 30 minuti che precedono l’inizio dell’operazione.

Prezzo e numero di sedute necessarie

Il costo di trattamento di rinofiller varia a seconda della struttura in cui si sceglie di effettuare l’operazione, ma generalmente si attesta intorno ai €450,00. Inoltre, alcuni istituti medici consentono di acquistare ad un prezzo ridotto dei pacchetti che includono più sedute.

A differenza di diversi altri interventi di medicina estetica, l’operazione di rinofiller assicura risultati immediati: il profilo del naso viene riarmonizzato fin dalla prima seduta e non è necessario ripetere il trattamento prima di 12 mesi per poter continuare a godere dei benefici del filler.

Quanto dura l'effetto del rinofiller

Se ti stai chiedendo qual è la durata dell’effetto del rinofiller la prima volta che lo fai, devi sapere che le sostanze iniettate sono composte da materiali totalmente riassorbibili dal trattamento. Ciò significa che i risultati offerti da questo trattamento sono visibili fin da subito ma, a differenza di una rinoplastica, non hanno durata permanente.

Solitamente, il filler viene riassorbito dal corpo nel giro di 12-16 mesi a seconda di svariati elementi, tra cui la tipologia di prodotto usato nel corso dell’operazione. I pazienti che desiderano godere di un effetto ancora più duraturo possono effettuare delle sedute di mantenimento, sottoponendosi al rinofiller una volta all’anno.

Effetti indesiderati del trattamento estetico

Come qualsiasi altra procedura medica, anche il rinofiller può provocare effetti indesiderati, che però tendono a scomparire nel giro di pochi giorni. Tra i principali effetti collaterali che si possono riscontrare al termine di una seduta di filler al naso si trovano:

  • leggero gonfiore nella zona di iniezione;
  • prurito;
  • piccole ecchimosi;
  • arrossamento della zona trattata.

L’accuratezza e la delicatezza dimostrate dal medico nel corso dell’operazione consentono di minimizzare gli eventuali effetti indesiderati. Tuttavia, è importante considerare che, data la particolare tensione cutanea che caratterizza la punta del naso, le iniezioni effettuate in questa zona tendono a provocare maggior fastidio ai pazienti.

Questo trattamento è rivolto esclusivamente ai soggetti che desiderano correggere gli inestetismi del naso. Al contrario, i pazienti che presentano una problematica funzionale devono necessariamente ricorrere alla rinoplastica. Occorre poi sottolineare che l’operazione andrebbe evitata dalle gestanti, dalle donne in allattamento o in caso di infezioni in corso.

Inoltre, si sconsiglia di effettuare un’operazione di rinofiller quando il naso ha grandi dimensioni, poiché il riempimento tramite filler potrebbe incrementarle ulteriormente. In ogni caso, è essenziale rivolgersi a medici professionisti per ottenere una valutazione accurata della propria situazione e individuare la soluzione più adatta alle proprie necessità.

Post operatorio: cosa fare e cosa no

Una volta conclusa la procedura, il paziente può tornare immediatamente alle proprie attività quotidiane e godere fin da subito degli effetti del rinofiller. Tuttavia, al fine di evitare qualsiasi tipo di complicanza, è fondamentale osservare alcune semplici indicazioni:

  • evitare di indossare occhiali sulle zone trattate con il rinofiller nelle ore successive al trattamento;
  • limitare l’esposizione ai raggi solari e alle lampade UVA nei 7 giorni che seguono l’operazione;
  • non effettuare saune o docce a temperature eccessive.

Inoltre, occorre attendere almeno una settimana prima di riprendere le proprie attività sportive in seguito ad una seduta di filler al naso.

Qualora si manifestassero arrossamenti, gonfiori o piccoli lividi nel periodo post operatorio, è sufficiente alleviare l’infiammazione applicando del ghiaccio sull’area di iniezione.

L’apparizione di noduli cutanei è una complicanza estremamente rara e va attribuita ad una procedura effettuata scorrettamente. Rivolgersi a centri medici specializzati e accreditati è il primo passo per minimizzare i rischi e godere di un trattamento professionale.

Siamo a tua disposizione!

Contattaci per informazioni o per prenotare la tua prima visita gratuita

Potrebbero interessarti

Vedi tutti gli articoli
Iscriviti alla
Newsletter

Scopri segreti di bellezza, tendenze e offerte esclusive.

    magnifiercrosschevron-down