menu
Logo-IEIPrenota visita
menu
Logo-IEIPrenota visita

Vuoi risolvere il problema dei capelli diradati? Scopri i trattamenti più efficaci e ritrova la tua serenità!


20 Maggio, 2019

Il diradamento dei capelli è un inestetismo che può avere alla base diversi fattori. Giusto per citarne alcuni, ricordiamo lo stress, le cause genetiche, l’età che avanza. Vivere in prima persona questo problema non è uno scherzo: per alcuni è motivo di disagio psicologico e di difficoltà nei rapporti sia in ambito privato, sia in campo lavorativo. Per fortuna la medicina offre diversi trattamenti capelli per tornare a guardarsi allo specchio in maniera serena.

Le soluzioni per chi vuole ottenere risultati definitivi sono sostanzialmente due: le iniezioni di biorivitalizzanti e l’autotrapianto di capelli con tecnica F.U.E. (Follicular Unit Extraction). Partiamo ad analizzare il primo trattamento ricordando che ha un duplice scopo. Può infatti essere utilizzato sia con fini prevenitivi, sia con scopi curativi.
Tutto si basa sull’iniezione di polinucleotidi (PN), biostimolanti di origine naturale contraddistinti dalla presenza di frazioni di DNA.
Per i trattamenti capelli che proponiamo ai nostri pazienti utilizziamo polinucleotidi prodotti da Mastelli, azienda leader che rappresenta quindi una garanzia di assoluta sicurezza.
Ricordiamo inoltre che i biostimolanti sono disponibili in siringhe pre-riempite, il che consente di perseguire il massimo livello di igiene. Un altro indiscusso vantaggio di questo trattamento capelli riguarda il fatto che prima delle iniziezioni non è necessario effettuare l’anestesia. Parliamo infatti di un trattamento indolore, che comporta giusto un leggero bruciore.

Come agisce il medico? Prima di tutto distribuisce in maniera uniforme il prodotto, ricorrendo poi a una luce a LED per incentivare i processi di replicazione dei polinucleotidi. Questo trattamento capelli risulta indicato non solo in caso di diradamento, ma anche quando si ha a che fare con l’alopecia areata. La cadenza delle sedute va concordata con il medico e cambia da paziente a paziente, mentre i risultati si possono vedere dopo un mese circa.

Cosa dire invece dell’autotrapianto con tecnica F.U.E.? Che si tratta di una soluzione un po’ più invasiva e indicata nei casi più gravi. Si basa sull’asportazione delle singole unità follicolari, con una procedura motorizzata che consente di coniugare rapidità e mancanza di offesa estetica (il trattamento non comporta cicatrici, indi i pazienti che lo vogliono possono tranquillamente portare i capelli corti).
Dopo il prelievo si procede al nuovo impianto, procedura che richiede invece un’anestesia. In questo caso è molto importante rassicurare i pazienti, spiegando che vedere cadere i capelli che si formano subito dopo è normalissimo. Si tratta di un effetto del tutto naturale: quello che conta è che sia attivo il bulbo da cui, a stretto giro, ricresceranno i nuovi capelli. Vuoi approfondire indicazioni e procedure dei nostri trattamenti capelli? Contattaci per fissare la prima visita gratuita!

Siamo a tua disposizione!

Contattaci per informazioni o per prenotare la tua prima visita gratuita

Potrebbero interessarti

Vedi tutti gli articoli
newsletter
Iscriviti alla
Newsletter

Scopri segreti di bellezza, tendenze e offerte esclusive.

    magnifiercrosschevron-down