Prenota visita
Prenota visita

Come scegliere il personal trainer


20 Ottobre, 2023

Il mondo del fitness sta vivendo una crescita rapida e costante e sempre più persone scelgono di assumere un personal trainer per raggiungere i propri obiettivi di benessere fisico. Il processo di selezione è tuttavia arduo e complesso, dato il crescente numero di professionisti disponibili e gli svariati stili di allenamento proposti.

Una scelta informata è il primo passo per evitare inutili sprechi di denaro e di energie. Un piano di allenamento efficace, che possa sortire i risultati sperati, richiede che il PT abbia le giuste competenze e sia in grado di formulare esercizi specifici e personalizzati. Vediamo quindi come scegliere il giusto personal trainer, considerando i risultati che si desidera raggiungere e il livello di esperienza dell’allenatore.

I tuoi obiettivi

Prima di dare inizio alla ricerca del personal trainer, è importante definire quali obiettivi si vogliono raggiungere. Oggi esiste infatti un’ampia varietà di specializzazioni, ognuna delle quali offre dei piani di allenamento sempre più specifici ed efficaci.

Qualora l’obiettivo fosse quello di perdere peso, è consigliabile affidarsi ad un personal trainer esperto in allenamenti di resistenza ad alta intensità, in cui si bruciano grandi quantità di calorie e viene potenziata la massa muscolare magra. In questi circuiti generalmente si alternano esercizi di attività intensa e momenti di recupero aerobico.

Chi desidera invece aumentare la massa muscolare potrebbe rivolgersi ad un PT specializzato in bodybuilding o sollevamento pesi. I personal trainer più esperti sono in grado di supportare l’atleta nel potenziamento della forza muscolare integrando i pesi con degli esercizi di corpo libero.

Un’altra esigenza particolarmente diffusa è quella di migliorare la flessibilità e la mobilità del corpo. Un PT specializzato nelle discipline di yoga e pilates può formulare dei programmi di allenamento estremamente personalizzati, finalizzati al miglioramento dell’elasticità articolare e dello stile di respirazione. Nel caso in cui invece gli obiettivi non fossero ancora chiari, è sempre possibile confrontarsi direttamente con il personal trainer per individuare gli esercizi più adeguati al proprio fisico e alla propria preparazione atletica.

In ogni caso, indipendentemente dai risultati sperati, è essenziale che il personal trainer sia capace di mettere l’atleta a proprio agio, sostenendolo negli eventuali momenti di demotivazione ed incoraggiandolo in ogni momento del percorso. Gli allenatori più affidabili spronano i propri clienti a sostenere uno stile di vita attivo e salutare, in cui l’alimentazione ricopre un ruolo di primaria importanza. Allo stesso modo, la disciplina e la costanza apprese nel corso degli allenamenti possono rivelarsi utili ed applicabili nella vita di tutti i giorni.

Esperienza del personal trainer

Oltre a considerare i propri obiettivi di fitness, la scelta del personal trainer deve necessariamente tenere conto dell’esperienza e della formazione dell’allenatore. L’analisi del curriculum è dunque un passaggio fondamentale: occorre verificare attentamente il percorso di studi seguito dal personal trainer, prestando particolare attenzione ad eventuali certificazioni ufficiali che attestino la conoscenza tecnica di questi professionisti.

Per quanto riguarda l’esperienza sul campo, può essere utile rivolgersi ad altri clienti ed ascoltare le loro testimonianze. Le referenze e le recensioni sono preziosi indicatori della professionalità e dell’effettivo bagaglio tecnico dell’allenatore. È inoltre importante scegliere un personal trainer che tenga conto del profilo antropometrico e dello stile di vita dell’atleta, in modo da stilare un programma di allenamento specifico e personalizzato: tutto questo è possibile soltanto se il PT possiede le giuste competenze ed ha alle spalle un adeguato background teorico.

Serietà e discrezione sono altri due elementi imprescindibili per valutare la validità di un allenatore personale. Un personal trainer professionista si assume l’impegno e la responsabilità di guidare il cliente verso gli obiettivi di fitness prefissati, garantendo un servizio serio e di qualità. È anche possibile che l’allenatore venga a conoscenza di numerose informazioni personali riguardo all’atleta, come eventuali limitazioni fisiche o problematiche di salute. In questi casi, il PT è tenuto a proteggere la privacy del cliente e mantenere private le informazioni apprese.

Occorre tenere presente che l’esperienza e il percorso formativo del personal trainer incidono notevolmente sul costo del servizio offerto: un PT con una vasta esperienza e una formazione specializzata in un determinato ambito del fitness potrebbe infatti richiedere un compenso più elevato rispetto ad un allenatore meno esperto o con una formazione più limitata. Va tuttavia ricordato che, nella maggior parte dei casi, l’onorario riflette la qualità del servizio offerto e si tratta di investimenti che possono rivoluzionare il proprio benessere psico-fisico.

Allenarsi a casa o in palestra

Rivolgersi ad un personal trainer non significa necessariamente andare in palestra più volte alla settimana. Grazie alla tecnologia oggi è possibile allenarsi a casa in autonomia, anche con una collezione di attrezzi limitata, contando magari sulla consulenza a distanza del proprio PT. È quindi importante conoscere i vantaggi e gli svantaggi di entrambe le opzioni, per poter individuare la soluzione migliore in base alle proprie necessità.

Per affrontare un percorso di fitness in palestra con l’aiuto di un personal trainer specializzato è innanzitutto necessario pagare un abbonamento, mensile o annuale, che può raggiungere cifre piuttosto consistenti anche in base all’area geografica in cui ci si trova. Gli orari di apertura della palestra scelta potrebbero inoltre limitare la libertà del cliente, impedendogli di allenarsi quando preferisce.

Va però tenuto presente che la palestra mette a disposizione attrezzature moderne e sofisticate, che consentono di eseguire gli esercizi in maniera completa ed efficace. Questo ambiente rappresenta anche una grande opportunità per socializzare con altre persone che condividono una stessa passione o i medesimi obiettivi. La palestra può dunque essere un luogo estremamente stimolante e motivante, che spinge i suoi frequentatori a dare sempre il massimo ed affinare le proprie capacità.

Per quanto riguarda invece gli allenamenti da casa, il principale vantaggio è quello di poter svolgere attività fisica in qualsiasi momento della giornata, in un ambiente familiare e confortevole. Non dovendo condividere lo spazio e gli attrezzi con altre persone, l’atleta può sentirsi totalmente a suo agio e, allo stesso tempo, risparmiare notevoli cifre di denaro.

Quando si sceglie di allenarsi da casa, il personal trainer può decidere di effettuare la propria consulenza sia online che a domicilio. Nel primo caso è più complesso notare e correggere eventuali errori nell’esecuzione degli esercizi, mentre il servizio a domicilio può avere dei costi più elevati. Va inoltre considerato che, allenandosi in casa, la motivazione rischia di diminuire e si è maggiormente tentati a procrastinare o a saltare degli allenamenti.

Siamo a tua disposizione!

Contattaci per informazioni o per prenotare la tua prima visita gratuita

Potrebbero interessarti

Vedi tutti gli articoli
Iscriviti alla
Newsletter

Scopri segreti di bellezza, tendenze e offerte esclusive.

    magnifiercrosschevron-down