menu
Logo-IEIPrenota visita
menu
Logo-IEIPrenota visita

Botulino: ecco cosa bisogna sapere prima di scegliere questo trattamento di medicina estetica


7 Settembre, 2017

A volte ingiustamente demonizzato, il botulino è il trattamento di medicina estetica più effettuato al mondo e un prezioso alleato di bellezza.

Non bisogna lasciarsi ingannare dagli effetti, decisamente poco piacevoli, degli eccessi ai quali ci hanno abituati illustri pentite come Nicole Kidman e Melanie Griffith. Se modulato nel modo giusto, il trattamento può fare davvero la differenza. Cosa bisogna sapere prima di sceglierlo? Innanzitutto che non si tratta di un filler e che non si può assolutamente parlare di effetto riempitivo.

La tossina botulinica è invece una proteina che, una volta iniettata nel sottocute, blocca per un determinato periodo di tempo la connessione tra i nervi e i tessuti muscolari del viso. In generale si parla di un intervallo di circa sei mesi, durante i quali il viso appare maggiormente disteso.

Sono stati 7 milioni i pazienti che, nel corso del 2016, hanno scelto di sottoporsi a questo trattamento di medicina estetica (dati dell'American Society of Plastic Surgeons). Impressionante è confrontare i numeri di oggi con quelli del 2000. In 16 anni è stato registrato un aumento superiore al 700%! Questo indica senza dubbio che, se chi effettua il trattamento è un vero professionista, i risultati si vedono e vengono apprezzati!

Per massimizzarli, però, è bene concentrarsi solo su determinate zone del viso. Le indicazioni del trattamento di medicina estetica viso prevedono infatti che il professionista si dedichi a specifiche aree, come per esempio quella in mezzo alle sopracciglia. Intervenendo con il botox, in questo caso, è possibile eliminare le cosiddette rughe del pensatore.

Cosa dire poi del contorno perioculare? Che questa parte del viso è perfetta per essere trattata con il botox, ideale per attenuare le celebri zampe di gallina.

Pochi sanno che questo trattamento di medicina estetica ha anche una funzione preventiva. Nei casi di questo genere rientrano per esempio le situazioni degli sportivi che passano gran parte del tempo ad allenarsi all'aperto. In tali frangenti, l'esposizione continua ai raggi solari può determinare un'eccessiva contrazione dei muscoli della fronte, oltre che un inaridimento dell'epidermide. Un'altra categoria di persone per le quali il botox può essere d'aiuto a livello preventivo sono i soggetti con problemi di vista, a rischio di rughe precoci per il fatto di corrugare spesso i muscoli degli occhi mettendo a fuoco.

Vuoi saperne di più e scoprire il protocollo adatto alla tua situazione? Fissa ora il primo incontro conoscitivo gratuito con i medici IEI!

 

Siamo a tua disposizione!

Contattaci per informazioni o per prenotare la tua prima visita gratuita

Potrebbero interessarti

Vedi tutti gli articoli
newsletter
Iscriviti alla
Newsletter

Scopri segreti di bellezza, tendenze e offerte esclusive.

    magnifiercrosschevron-down