Prenota visita
Prenota visita

Gluteoplastica, chirurgia estetica dei glutei


14 Aprile, 2023

La gluteoplastica è un intervento di chirurgia estetica sempre più richiesto che consente di rimodellare i glutei, aumentandone il volume e migliorandone la forma.

Questo tipo di intervento è indicato per coloro che desiderano avere glutei più tonici e definiti, e per chi vuole correggere inestetismi causati da un eccessivo rilassamento dei tessuti, ad esempio dopo una significativa perdita di peso.

Sono due le tecniche principali per la gluteoplastica:

  1. lipofilling o gluteoplastica mini invasiva, che prevede l'utilizzo di cellule adipose del paziente per conferire rotondità a glutei piatti e cadenti;
  2. inserimento di protesi per risollevare e incrementare il volume di un lato B rilassato e piccolo.

Soffermiamoci ora su una delle tecniche meno invasive e su preparazione e tempi di recupero della gluteoplastica e la sua combinazione con altri interventi di chirurgia estetica.

Gluteoplastica Mini invasiva: cos'è?

La gluteoplastica mini invasiva sottomuscolare è un intervento chirurgico estetico che mira a migliorare la forma e la dimensione dei glutei, senza creare cicatrici evidenti e con una ripresa post-operatoria più rapida rispetto alla gluteoplastica tradizionale.

Sfruttando lo spazio contenuto della tasca che si crea sotto al muscolo grande gluteo, l'aumento di volume è graduale e armonioso, simile a quello che si ottiene con l'allenamento in palestra. È possibile utilizzare solo protesi di dimensioni moderate, per ottenere un risultato naturale e proporzionato al fisico del paziente.

Durante l'intervento, il chirurgo esegue delle piccole incisioni nella piega interglutea, attraverso le quali viene creato uno spazio per posizionare l'impianto protesico sottomuscolare.

La tecnica di lipofilling utilizzata offre molteplici vantaggi per il paziente:

  • miglioramento della forma e della dimensione dei glutei in modo naturale;
  • cicatrici meno evidenti;
  • ottima stabilità dell’impianto e un aspetto naturale;
  • riduzione del rischio di formazione di capsule cicatriziali e di movimenti anomali dell'impianto;
  • rapida ripresa post-operatoria;
  • minor durata dell'intervento;
  • degenza in day hospital;
  • possibilità di riprendere gradualmente le normali attività quotidiane dopo pochi giorni dalla chirurgia.

Grazie alla collocazione dell'impianto, la gluteoplastica mini invasiva garantisce un aspetto naturale e un'ottima stabilità. Inoltre, il fatto che esso sia posizionato al di sotto del muscolo, riduce il rischio di formazione di capsule cicatriziali e di movimenti anomali dell'implantologia.

La procedura, che richiede poche decine di minuti, consente anche di associare l'intervento ad altre operazioni come la mastoplastica additiva o la liposuzione - liposcultura.

Dopo un intervento chirurgico breve che può essere eseguito in day hospital, è possibile ottenere un lato B sollevato e dall'aspetto atletico. Questo intervento di chirurgia estetica presenta un altro grande vantaggio: la possibilità di riprendere l'attività fisica quasi immediatamente, in alcuni casi anche dopo soli due settimane.

Il Dottor Valerio Badiali, coordinatore scientifico di IEI - Istituto Estetico Italiano, effettua da anni questa operazione con grande soddisfazione dei pazienti che scelgono di migliorare l'estetica dei propri glutei e con una ripresa post-operatoria più rapida rispetto alla gluteoplastica tradizionale.

Prima della gluteoplastica

Come abbiamo spiegato, la gluteoplastica è una procedura chirurgica che mira a migliorare l'aspetto dei glutei, aumentandone la dimensione, la forma e la simmetria. Prima di sottoporsi all’intervento, è importante comprendere come appariranno i glutei e quali passi sono necessari per prepararsi all'intervento.

Innanzitutto, va detto che l'aspetto dei glutei varia da persona a persona. Alcune persone possono avere glutei piatti o piccoli, mentre altre possono avere glutei grandi ma cadenti o asimmetrici.

Un gluteo che ha bisogno di gluteoplastica può presentare, infatti, diverse imperfezioni, come ad esempio la mancanza di volume, una forma non armoniosa, l'asimmetria, la caduta eccessiva, o la presenza di cicatrici. Questi difetti possono essere causati da fattori come la genetica, l'invecchiamento, la perdita di peso o la gravidanza. La gluteoplastica può, però, aiutare a migliorare l'aspetto dei glutei, aumentandone la dimensione, la forma e la simmetria, per ottenere un risultato più armonioso e soddisfacente dal punto di vista estetico.

La gluteoplastica non ha limiti di età, ma è preferibile attendere il completo sviluppo corporeo, che si verifica intorno alla maggiore età. Inoltre, se il paziente ha in programma di seguire una dieta, è consigliabile sottoporsi all'intervento di chirurgia plastica di rimodellamento del gluteo solo dopo aver raggiunto il proprio peso corporeo stabile, per massimizzare i risultati della procedura chirurgica. Questo perché i cambiamenti di peso repentini possono influire negativamente sull'effetto desiderato della chirurgia plastica.

Prima della gluteoplastica, il chirurgo valuterà l'aspetto dei tuoi glutei e ti fornirà una consulenza personalizzata sulla procedura. In genere, la preparazione all'intervento comporta:

  1. attenta analisi della storia clinica del paziente;
  2. ascolto da parte del chirurgo delle aspettative del paziente;
  3. valutazione della salute generale.

La gluteoplastica è, infatti, un'operazione chirurgica altamente personalizzata che richiede una visita specialistica accurata. Durante la prima visita, il chirurgo plastico ascolta le richieste del paziente e ne valuta forma e dimensioni dei glutei.

A seguito di un controllo dello stato di salute per escludere patologie che potrebbero influire sul risultato dell'intervento e in base alle aspettative finali, sempre in accordo col paziente, sceglie la tecnica chirurgica più adatta.

Affinché la gluteoplastica sia eseguibile in totale sicurezza, è importante che il paziente segua attentamente le istruzioni del chirurgo per la preparazione all'intervento. Ciò può includere l'astensione da alcol e farmaci che possono interferire con la procedura, così come l'organizzazione del supporto post-operatorio e la preparazione di un ambiente confortevole per il recupero.

Naturalmente, nei casi in cui la gluteoplastica mini invasiva sia sufficiente a migliorare l'aspetto estetico dei glutei, anche la preparazione all'intervento dal punto di vista pratico, ovvero di organizzazione dei tempi di recupero, è più semplice e meno impegnativa.

Dopo la chirurgia estetica dei glutei

Dopo aver deciso di sottoporsi ad un intervento di gluteoplastica, è importante essere al corrente di ciò che accadrà al nostro corpo durante il periodo post-operatorio e come gestirlo al meglio.

Di prassi, questi sono gli step prima di una ripresa totale delle attività:

  1. riposo per 48 ore;
  2. ripresa delle attività di media intensità dopo 7 giorni;
  3. perfetto ritorno alle attività dopo 30 giorni.

Innanzitutto, dopo l'intervento di gluteoplastica, è fondamentale rimanere a riposo per le prime 48 ore. In questo lasso di tempo, potrebbe verificarsi gonfiore, ecchimosi e dolore nella zona gluteale, conseguenze normali e di breve durata che, però, richiedono di seguire le indicazioni mediche fornite dal chirurgo.

Dal terzo giorno post-operatorio, è possibile riprendere a svolgere le normali attività quotidiane. Tuttavia, è importante evitare sforzi eccessivi e attività fisiche intense per le prime settimane. Inoltre, bisogna evitare saune, bagni turchi e l'esposizione al sole per almeno un mese.

Il risultato ottenuto con la chirurgia estetica dei glutei è generalmente molto buono e duraturo, anche se naturalmente soggetto ai normali processi di invecchiamento del corpo e agli effetti della gravità.

Dopo circa un mese dall'intervento chirurgico, si può riprendere gradualmente a svolgere tutte le normali attività quotidiane, esattamente come prima della gluteoplastica, sempre tenendo conto del fatto che il recupero completo varia da persona a persona e dipende dalle caratteristiche individuali del paziente.

Dopo l'intervento di gluteoplastica è, quindi, importante condurre uno stile di vita sano per il mantenimento del risultato ottenuto. Una dieta equilibrata e l'esercizio fisico costante aiutano a preservare il tono muscolare, la forma e l'elasticità dei tessuti dei glutei. Inoltre, bisogna evitare di fumare e di assumere alcolici in eccesso per favorire la circolazione sanguigna e prevenire l'insorgere di complicanze. Seguire queste abitudini salutari contribuirà a mantenere il risultato dell'intervento di gluteoplastica nel tempo.

Ricordiamo sempre che stiamo parlando di interventi non particolarmente invasivi e su aree del corpo moderatamente ridotte, come nel caso della liposcultura

In queste premesse sta fondamentalmente anche la differenza fra liposuzione e liposcultura nel post-operatorio, e la motivazione della scelta della liposcultura, quando possibile.

Posso avere dolore dopo la gluteoplastica?

Dopo l'intervento di gluteoplastica, è comune provare dolore nella zona gluteale. L’intensità può variare a seconda del tipo di intervento eseguito e delle caratteristiche individuali del paziente, ma in genere tende a diminuire progressivamente nel corso dei primi giorni di convalescenza.

Per alleviare il dolore, il medico curante prescrive dei farmaci analgesici e antinfiammatori da assumere secondo le dosi e le modalità indicate. Inoltre, può essere utile utilizzare un cuscinetto di ghiaccio sulla zona gluteale per ridurre il gonfiore e il dolore localizzato.

È importante seguire scrupolosamente le indicazioni fornite dal chirurgo per ridurre il rischio di complicanze e favorire una rapida ripresa. Non ci sono problemi per quanto riguarda il tempo trascorso in posizione seduta; anzi, più la paziente sta seduta, meno ha a che fare con problemi di gonfiore.

In alcuni casi può verificarsi una sensazione di intorpidimento nella zona gluteale, dovuta alla manipolazione chirurgica dei tessuti. Questa sensazione tende a risolversi gradualmente nel corso delle prime settimane, ma in alcuni casi può persistere per qualche tempo.

Come anticipato, però, il dolore tende a diminuire progressivamente nel corso del periodo post-operatorio, consentendo al paziente di riprendere gradualmente le normali attività quotidiane e di godere del risultato ottenuto con l'intervento di gluteoplastica.

Per accelerare il recupero, è possibile seguire alcune semplici regole, come mantenere una corretta igiene personale e seguire una dieta sana e bilanciata.

È, inoltre, fondamentale inoltre avere un buon rapporto con il proprio medico, a cui rivolgersi in caso di eventuali preoccupazioni e domande riguardanti il processo di recupero. Per questo è importante affidarsi a medici esperti e di fiducia come quelli di IEI - Istituto Estetico Italiano.

I nostri medici sono, infatti, sempre disponibili e preparati a rispondere a qualsiasi dubbio o domanda dei propri pazienti, garantendo un percorso di recupero sereno e sicuro.

Combinazione con altri interventi

Poiché la gluteoplastica può essere eseguita con tecniche poco invasive, può anche essere combinata con altri interventi chirurgici estetici come:

  • mastoplastica;
  • liposuzione;
  • liposcultura

fino ad ottenere una modifica completa e armoniosa della figura in tempi piuttosto brevi.

La mastoplastica additiva è un intervento di chirurgia estetica al seno che mira ad aumentare il volume mammario. È l'intervento più comune a livello mondiale, che può essere eseguito in day hospital e dura dai 45 ai 90 minuti.

La personalizzazione è essenziale in questo intervento, che richiede incisioni di pochi centimetri praticate lungo il bordo inferiore dell'areola, nel cavo ascellare o a livello del solco sottomammario.

L'operazione utilizza protesi di nuova generazione, che possono offrire un risultato definitivo e sono adatte alle donne che desiderano allattare al seno in futuro. La mastoplastica additiva e il post-operatorio di questo intervento sono, dunque, facilmente affrontabili e il risultato finale valorizza la femminilità.

La liposuzione e la liposcultura sono entrambe tecniche chirurgiche utilizzate per rimuovere il grasso in specifiche zone del corpo, come addome, fianchi, cosce e glutei.

ma ci sono alcune differenze importanti tra le due procedure.

La liposuzione è una procedura più invasiva e tradizionale, in cui il chirurgo utilizza un tubo sottile per rimuovere il grasso attraverso piccole incisioni nella pelle. Questa tecnica può essere utilizzata su diverse aree del corpo, tra cui addome, cosce, braccia e glutei.

La liposcultura, invece, è una procedura più avanzata e sofisticata, in cui il chirurgo utilizza la stessa cannula per rimuovere il grasso, ma anche per scolpire e modellare le zone del corpo in modo da ottenere un risultato estetico più preciso e naturale. Ciò richiede una maggiore esperienza e abilità da parte del chirurgo plastico, poiché è necessario lavorare con precisione su zone molto specifiche del corpo.

Affidarsi a IEI - Istituto Estetico Italiano per interventi di chirurgia plastica significa scegliere trattamenti estetici personalizzati e uso di tecnologie all'avanguardia. i nostri chirurghi plastici si occupano, infatti, di aiutare le persone a sentirsi soddisfatte e a proprio agio con il proprio corpo, promuovendo un approccio olistico e garantendo sempre la massima attenzione alla sicurezza dei pazienti.

Siamo a tua disposizione!

Contattaci per informazioni o per prenotare la tua prima visita gratuita

Potrebbero interessarti

Vedi tutti gli articoli
Iscriviti alla
Newsletter

Scopri segreti di bellezza, tendenze e offerte esclusive.

    magnifiercrosschevron-down