Approfondimenti

Allattamento post mastoplastica additiva

La mastoplastica, proposta dallo staff medico dell’Istituto Estetico Italiano, rispetta la naturale anatomia della tua mammella, non alterando l’integrità della ghiandola e quindi le possibilità di allattamento. Se le protesi mammarie sono inserite, per un accesso al solco mammario e soprattutto con la tecnica Dual Plane, consentono alla paziente di allattare normalmente in seguito ad una gravidanza.

Solitamente comunque tutte le più moderne tecniche di mastoplastica additiva, dalla retro ghiandolare alla retro muscolare, non pregiudicano affatto lallattamento; resta il fatto che la capacità di una donna di poter allattare è riscontrabile solo dopo un parto. Anatomicamente parlando, una donna dovrebbe essere capace di poterlo fare quando la comunicazione tra ghiandole mammarie e dotti galattofori è integra.

Quindi la mastoplastica additiva, in quanto le incisioni possibili per l’inserimento della protesi mammaria non recidono i dotti galattofori, non interferisce con la capacità d’allattamento.

Esistono però degli studi che sostengono che una piccola percentuale di donne, che si sottopongono all’intervento, presenteranno poi una riduzione parziale o totale della capacità d’ allattamento.

Ricordiamo comunque che, il fenomeno dell’allattamento, è possibile grazie ad un insieme di fattori concomitanti, che non sempre si verificano.

Ci sono infatti altri motivi, per i quali si può avere una certa difficoltà nell’allattamento materno. Tali disturbi sono i seguenti:

  • la mastite, un’ infiammazione batterica che richiede a volte anche l’assunzione di antibiotici;
  • le ragadi del capezzolo, sono irritazioni o ferite che possono provocare fastidio o dolore accompagnato anche da perdite di sangue;
  • l’ ingorgo mammario: un’ostruzione temporanea di uno o più dotti. Il latte non riesce a fuoriuscire e la donna avverte una crescente sensazione di tensione, che può diventare anche dolorosa.

Altre Ricerche che potrebbero interessarti

Privacy

Compilando ed inviando il modulo di contatto, si accetta quanto segue (in conformità con il D.Lgs. n.196/2003 sulla privacy). I dati anagrafici forniti saranno utilizzati, esclusivamente per elaborazioni interne o per l'invio da parte del titolare di comunicazioni ed offerte. Essi non verranno comunicati o diffusi a terzi. L'interessato gode dei diritti di cui all' art. 7 D.Lgs. n.196/2003. Per esercitare tali diritti l'interessato dovrà rivolgere richiesta inviando una email all'indirizzo di posta elettronica info@istitutoesteticoitaliano.it

Diritti Immagini

Le foto contenute in questo sito sono di proprietà esclusiva di
ISTITUTO ESTETICO ITALIANO.

Con Decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196 (c.d. Codice della privacy) tutti i diritti sono stati ceduti a Istituto Estetico Italiano. E' pertanto vietata la riproduzione, permanente o temporanea, l'adattamento, la comunicazione al pubblico, la diffusione, la distribuzione al pubblico senza il preventivo ed espresso consenso del titolare dei diritti d'autore sulle medesime immagini fotografiche